Gli scudi

 


Lo Scudo è la parte più importante dello stemma araldico; perchè nello scudo s'inseriranno tutte le figure, le lineee. gli smalti o i colori che caratterizzeranno una famiglia o un individuo oppure una coorporazione. Era in un certo senso il "biglietto da visita" . Lo scudo รจ da sempre considerato la prima arma di difesa; poteva essere di vari materiali: vimini intrecciati con il legno, oppure cuoio, ferro oppure acciaio o bronzo. Venne adottato dall'araldica in quanto su di essi vennero apposte le prime insegne militari dei cavalieri in guerra; di solito si applicava un panno dipinto, oppure vi si applicavano delle forme di stagno che venivano dorate o colorate. Dalla gran difficoltà di sovrapporre più strati di stagno deriva quella che è la principale regola araldica; cioè che non si deve mai sovrapporre Colore su colore ne metallo su metallo. Ogni Nazione o Regno ha una sua forma particolare di disegnare lo scudo; questo permette di riconoscere visivamente la provenieza della famiglia o perlomeno l'origine; pertanto si avranno le seguenti principali distinzioni:

* Lo Scudo Italiano è ovale.


* Lo scudo Siciliano, invece è ovale e termina a punta.


* Quello Francese è un quadrato lungo leggermente rotondo ai due angoli inferiori e termina a punta.


* Per lo Scudo delle Dame o Damigelle è una mandorla detta dai francesi Losange, ed è simbolo di verginità. Le maritate lo portano accollato alle armi dei loro mariti.


* Quelli Spagnuoli, Portoghesi e Fiamminghi sono completamente rotondi dì sotto.


* Gl'Inglesi invece hanno adottato quasi lo stesso scudo francese, tranne gli angoli di sopra, che sono prolungati, in punte orizzontali.


* Lo Scudo Tedesco è incavato, e di varie figure.

Italiano

Siciliano

Francese

Scudo femminile

Portoghese

Inglese

Tedesco